Società Italiana Carminati e Toselli

Produzione della Società Italiana Carminati e Toselli per lo scartamento normale
Rispondi
Avatar utente
Bremen
Messaggi: 6797
Iscritto il: 14/11/2009, 14:00
Località: Milano
Contatta:
Società Italiana Carminati e Toselli

Messaggio da Bremen » 01/05/2010, 12:25

"Alla fine del secolo scorso, in piena rivoluzione industriale, in Italia e soprattutto al nord, nascono le prime grandi industrie metalmeccaniche. In un momento di grandi trasformazioni, la città di Milano appare come uno tra i più fertili cantiere di nuove attività presenti sul territorio nazionale.

Il 26 gennaio 1899, nell'area intorno a via Messina (in corrispondenza del numero civico 9) viene fondata un'azienda, la Ditta Carminati, Toselli & C., che si dedica alla "costruzione, riparazione, vendita di materiale mobile e fisso per ferrovie, tramvie e affini".

La zona in cui la ditta pone la propria sede è ancora scarsamente edificata ed offre comode possibilità di espansione. Il settore della riparazione di carrozze tramviarie attraversa un periodo assai florido e, in breve tempo, le opportunità di mercato si moltiplicano; oltre alla semplice manutenzione, la ditta comincia a dedicarsi anche alla produzione di materiale rotabile per alcune tra le tante società ferroviarie presenti all'inizio del secolo in tutta Italia.

Un'attenzione sempre maggiore viene dedicata allo studio di nuove carrozze tramviarie, in quanto le tramvie, con la trasformazione del metodo di trazione da animale a vapore od elettrico, si avviano a diventare settore trainante dello sviluppo economico.

All'inizio del 1907 la Ditta Carminati, Toselli & C. viene sciolta e, con il contributo di nuovi soci, viene costituita la "Società Italiana Carminati Toselli" per la costruzione di materiale da trasporto.
La società non solo cambia nome, ma si espande ulteriormente acquistando nuovi terreni non edificati; nel giro di pochi anni la nuova sede occupa l'intero isolato compreso tra le vie Messina, Procaccini, Nono e Piazza Coriolano.
Nel frattempo la produzione non ha momenti di sosta e, tra il 1907 ed il 1920, gli stessi anni in cui si sta ultimando la costruzione degli edifici sulla nuova area, compaiono i primi brevetti.

Solo con lo scoppio della Prima Guerra Mondiale la produzione della Carminati Toselli subisce dei rallentamenti. A causa della limitazione degli orari di circolazione, il servizio pubblico tranviario si trova, infatti, costretto a sopprimere intere linee e a ridurre complessivamente anche il numero delle vetture in servizio.

Oltre al danno economico la guerra, con i bombardamenti, arreca alla Carminati Toselli anche numerosi danni materiali. Una bomba, ad esempio, si abbatte rovinosamente sul passaggio coperto del capannone Calderai (la Cattedrale).

Alla fine della guerra il Comune assume direttamente la gestione del servizio tramviario urbano; uno dei primi passi compiuti dalla nuova gestione è quello di ordinare una serie di vetture sperimentali a diverse ditte del settore. Tra queste c'è anche la Carminati Toselli. Alla fine del 1919 la Società Italiana Carminati Toselli ha alle sue dipendenze 1350 operai.

In questo periodo, dopo il calo dovuto agli avvenimenti bellici, la Carminati Toselli, grazie a una costante crescita delle richieste di vetture tramviarie, vede aumentare notevolmente la propria produzione. Alla fine del 1926 la rete tramviaria milanese ha uno sviluppo di 151 Km: ogni giorno circolano 700 vetture, per un totale di 327 milioni di passeggeri.

Se si pensa che, nel 1886, Milano contava 99 Km e 125 vetture in servizio, ci si rende conto come, nell'arco di quarant'anni, si sia verificata una notevole espansione dell'intera rete di trasporti tramviari.

L'apice della produzione della Carminati Toselli dura circa un decennio. Con la presa di potere da parte del regime fascista, infatti, per la Società inizia un periodo di stallo che, nel giro di breve tempo, porta ad una crisi vera e propria.
Nel 1935 la Società Italiana Carminati Toselli viene sciolta."
http://www.fabbricadelvapore.org/it/storia/

Il nome del sito non è un errore dato che quel che rimane della CeT è stato chiamato "la fabbrica del vapore".... il perchè della scelta di un nome totalmente slegato dalla realtà produttiva della CeT mi è totalmente ignoto.
You and us, or I and them
There comes a time to take a stand
The wheel is watching all, it keeps on burnin

Avatar utente
Bremen
Messaggi: 6797
Iscritto il: 14/11/2009, 14:00
Località: Milano
Contatta:
Re: Società Italiana Carminati e Toselli

Messaggio da Bremen » 01/05/2010, 12:50

Situazione al 2006/2007
Immagine

Palazzina liberty - nella foto da sopra è quella che si trova nell'angolo in alto a sinistra
Immagine

Il fabbricato su via Messina. - I binari sono quelli dell'ATM in direzione del deposito Messina.
Immagine
Lato interno.
Immagine

Quella che sul sito viene definita "cattedrale" ma che in effetti era il capannone dell'assemblaggio rotabili data la presenza di un gru a ponte. - nella foto da sopra è il capannone senza più il tetto.
Immagine
Immagine

Questa dev'esser stata scattata durante i primi lavori e si nota quel che sembra un binario in basso a sinistra.
Immagine

Chissà a fianco di quale arco si affacendavano le maestranze che portavano i pezzi per costruire una certa BCFe 4/4 17. : Chessygrin :
Immagine

In questo punto erano presenti altri 3-4 capannoni che come si può vedere non esistono più.
Immagine

Le foto sono tratte da questo sito http://www.fabbricadelvapore.org/it/arc ... /home.html
You and us, or I and them
There comes a time to take a stand
The wheel is watching all, it keeps on burnin

Avatar utente
Bremen
Messaggi: 6797
Iscritto il: 14/11/2009, 14:00
Località: Milano
Contatta:
Re: Società Italiana Carminati e Toselli

Messaggio da Bremen » 01/05/2010, 13:09

Il primo edificio è una palazzina che fu eretta nel 1899 ad uso uffici al piano terra ed abitazione a quelli superiori.

Angolo via Messina.
Immagine

Fregio sopra il portone
Immagine

Sugli angoli.
Immagine

Di sicuro non producevano carriarmati : Razz :
Immagine

Fonte delle foto
http://www.02blog.it/post/4129/curiosit ... del-vapore
You and us, or I and them
There comes a time to take a stand
The wheel is watching all, it keeps on burnin

Avatar utente
Brighello
Messaggi: 1388
Iscritto il: 01/10/2010, 18:54
Re: Società Italiana Carminati e Toselli

Messaggio da Brighello » 02/09/2012, 13:58

http://www.lombardiabeniculturali.it/ar ... IUD004A54/

"Piattaforme girevoli per locomotive nelle stazioni della rete" (1898 aprile 01 - 1942 maggio 28)

precedente | 12 di 15 | successiva


Segnatura definitiva: 12/171

Consistenza: cc. 127

Descrizione estrinseca: cc. 127

Note: (35/13)

Numero corda: 716

Contenuto:

Planimetria in scala 1:500 delle stazioni di Grandate, Malnate, Incino-Erba. Perizie dei lavori per la sostituzione di piattaforme a Malnate (1898) e Grandate (1898 e 1916). Offerte per l'acquisto di piattaforme da parte delle ditte: Larini Nathan & C. di Milano, Società italiana Carminati & Toselli di Milano, Società anonima veneziana industrie navali e meccaniche di Venezia, Officina Aurora di Milano, Società nazionale delle officine di Savigliano di Savigliano, SARF Società anonima raccordi ferroviari di Milano, Tosi Franco di Milano.
Da domani saprò se sarò libero!!!


Rispondi